PE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.0 Transitional//EN"> cartier uomini Henri Cartier-Bresson e i più grandi fotografi del mondo in mostra a Milano

Henri Cartier-Bresson e i più grandi fotografi del mondo in mostra a Milano cartier uomini

Henri Cartier-Bresson e i più grandi fotografi del mondo in mostra a Milano

Henri Cartier-Bresson e i più grandi fotografi del mondo in mostra a Milano

I più grandi fotografi al mondo sono i protagonisti di una mostra che si terrà a Palazzo della Ragione Fotografia a Milano da oggi al 7 febbraio 2016….

MILANO – Come hanno guardato all’Italia i più grandi fotografi internazionali? Da cosa sono stati attratti? Cosa li ha affascinati? Lo si può scoprire nella mostra allestita da oggi al 7 febbraio 2016 a Milano, a Palazzo della Ragione Fotografia, “Henri Cartier-Bresson e gli altri – I Grandi fotografi e l’Italia”. Una esposizione che raccoglie i più grandi nomi della fotografia, da Salgado a McCurry. Scatti che celebrano l’Italia attraverso un racconto affascinate fatto di oltre 200 immagini che sono entrate a far parte della storia della fotografia. Per scoprire come i grandi fotografi internazionali hanno visto l’Italia in un arco di tempo di quasi ottant’anni, la mostra è divisa in sette ampie aree tematiche, all’interno delle quali si sviluppa una storia indiretta della fotografia e dell’evoluzione dei suoi linguaggi.

(GUARDA LA GALLERY DELLA MOSTRA)

UNA BELLEZZA TUTTA ITALIANA – “Dopo Italia Inside Out, la mostra che nella primavera scorsa ha regalato al pubblico le immagini realizzate dai grandi fotografi italiani, apriamo ora la seconda parte di questo progetto che riproduce lo sguardo, al tempo stesso incantato e attento, dei grandi fotografi internazionali sul nostro Paese. Affascinati dal suo paesaggio, dalla sua gente, dalla sua storia, gli artisti in mostra ci rivelano, a noi che lo abitiamo, lo stupore che il nostro Paese suscita all’estero, in culture e sensibilità diverse dalla nostra, costringendoci a riflettere sul valore del nostro patrimonio naturale, artistico, storico e sociale”, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

LEGGI ANCHE: “Inside Out”, è stata prorogata la più grande mostra fotografica sull’Italia

HENRI CARTIER-BRESSON – Il primo fu Henri Cartier-Bresson. A lui, indiscusso maestro, e al suo lavoro sull’Italia, è affidato il cuore della mostra e il compito di introdurre il primo itinerario fotografico attraverso 20 fotografie dagli anni ’30 in poi che, assieme a quelle di altri 35 autori presenti, contribuirà a restituirci l’”immagine” del nostro Paese visto con l’obiettivo dei più grandi fotografi internazionali.

LEGGI ANCHE: La realtà diventa arte nelle foto di Henri Cartier-Bresson

CAPA E SALGADO – Dopo Cartier-Bresson, e il suo viaggio durato circa trent’anni, il reportage di Robert Capa al seguito delle truppe americane durante la Campagna d’Italia del 1943, segue l’elegante rilettura del mondo della fede affrontato da David Seymour e il fascino che un’Italia minore esercita su Cuchi White, ancora studentessa di fotografia. Poi la visione umanista si stempera nelle luci classiche del racconto di Herbert List o nella destabilizzazione della visione di William Klein che entra da protagonista nel provocatorio racconto di Roma del 1956. Infine Sebastião Salgado che, con la consueta magistrale capacità di rileggere la realtà degli uomini, racconta l’epopea degli ultimi pescatori di tonni in Sicilia.

LEGGI ANCHE: Coraggio e autenticità, la fotografia di Robert Capa

BIANCO E NERO – Si passa poi alla fascinazione per la fotografia in bianco e nero nella quale la narrazione si allontana dal reportage ma conserva intatta la poesia della visione classica: è il viaggio di Claude Nori che ripercorre le strade dei ricordi sul litorale adriatico alla ricerca di radici familiari ma è anche l’inedita visione della capitale di Helmut Newton che in “72 ore a Roma” ricrea una passeggiata notturna nel centro monumentale della città.

SPERIMENTAZIONI ARTISTICHE – Le nostre città d’arte e cultura diventano poi terreno di interpretazione e di sperimentazione dei molti linguaggi che la tecnologia contemporanea offre oggi alla fotografia. Abelardo Morell, ad esempio, utilizzando le tecniche del foro stenopeico, crea visioni nelle quali interni ed esterni si sommano, Gregory Crewdson riscopre la fotografia in bianco e nero per interpretare Cinecittà, Irene Kung invece ricrea un’atmosfera onirica per ritrarre i monumenti del passato e del presente di Milano.

STRAND, STRUTH E FONTCUBERTA – A introdurre il quarto itinerario, affidato ad autori che utilizzano quello che per consuetudine viene definito “linguaggio documentario”, si trova Paul Strand, che con Cesare Zavattini ha realizzato una delle più straordinarie opere dedicate alla realtà contadina: Un Paese del 1953. Strand, attraverso ritratti, still life e paesaggi conserva la storia di un piccolo centro emiliano, Luzzara.A cinquant’anni di distanza ma con lo stesso intento Thomas Struth ritrae il centro storico di Milano e Joan Fontcuberta si dedica ai gabinetti delle curiosità dei Musei scientifici di Bologna e di Reggio Emilia.

FOTO DI DENUNCIA – Il Grand Tour continua toccando anche una fotografia più disturbante, quella dei disagi esistenziali e degli scempi architettonici di Art Kane, che progetta immagini-sandwich dedicate alla salvezza di Venezia e di Michael Ackerman che racconta invece in una lunga sequenza un doloroso incontro napoletano.

SGUARDO POSITIVO – Fanno da contraltare a queste immagini numerosi autori che rileggono il nostro Paese con sguardo positivo: Joel Meyerowitz racconta le luci magiche della Toscana e arricchisce le sue immagini con il contributo poetico di Maggie Barret, Steve McCurry, a Venezia, è affascinato dall’alchimia estetica che si crea tra le persone e l’ambiente e Martin Parr invece, sulla costiera Amalfitana, gioca con l’immagine dei turisti che si dedicano a ritrarre se stessi sullo sfondo di straordinari paesaggi.

NARRAZIONE AUTOBIOGRAFICA – Chiude idealmente il percorso espositivo la narrazione autobiografica: Nobuyoshi Araki, anche lui affascinato dalla città di Venezia, si fotografa con le maschere del carnevale e racconta in chiave soggettiva i suoi incontri. Sophie Zénon ripercorre la storia della sua famiglia, costretta a emigrare, affiancando i ritratti dei suoi nonni ai loro luoghi di provenienza e infine Elina Brotherus e i suoi autoritratti nel paesaggio che si ricollegano all’inizio del nostro itinerario allo stupefacente e modernissimo autoritratto di Henri Cartier-Bresson che ha dato il via a questo lungo viaggio.

Henri Cartier-Bresson e i più grandi fotografi del mondo in mostra a Milano ultima modifica: 2015-11-11T12:26:02+00:00 da Tiziana Iannuzzi

© Riproduzione Riservata
Tags
fotografia, Henri Cartier-Bresson, Italia, McCurry, Milano, mostra, Palazzo Ragione, Robert Capa, Sebastião Salgado, William Klein
Commenti
Mostra più commenti
Ultimi articoli
Arte Totò Genio

Roma omaggia con una mostra la vita di Totò

Roma omaggia con una mostra la vita di Totò

La mostra “Totò Genio” propone un viaggio indietro nel tempo, nell’universo di Totò, raccontando la vita, le passioni e gli amori del maestro…

Libri Vocaboli inglesi

Le parole inglesi che stanno sostituendo i vocaboli italiani

Le parole inglesi che stanno sostituendo i vocaboli italiani

Molte parole inglesi sono entrate nell’uso comune, sbaragliando i nostri vocaboli, soprattutto in ambito aziendale, ma ci sono settori in cui la ricchezza della nostra lingua continua a prevalere…

Libri Classifica di vendita

Classifica libri più venduti. Al primo posto ancora Dan Brown con “Origin”

Classifica libri più venduti. Al primo posto ancora Dan Brown con "Origin"

Conquista nuovamente il primo posto, nella classifica dei libri più venduti della settimana, “Origin” dello scrittore Dan Brown …


cartier uomini

longines klockor kvinnor
replika ure rolex
Omega Uhren Konstellation
копия Longines
relógios de desconto

Profumi che fanno impazzire gli uomini

1 settembre 2004 alle 9:27

...ne conoscete? mi piacerebbe acquistarne uno...per far impazzire il mio boy...non pensate che abbia bisogno di ricorrere a quaste cose, sarebbe solo un di più...sapevo che un simile effetto lo fa ipnotic poison di c. dior...ma è un p fortino per i miei gusti..mi dite la vostra?grazie mille. Baci

#amore#sangue/esperienza#pelle/vita#fragranza#Profumi
1 settembre 2004 alle 12:20

Profumi che sono molto buoni(per me!)
coolwater di davidoff
angel di thierry mugler
light blue di d&g
musk di alyssa ashley(al muschio)
chip and chip di moschino
roma di laura biagiotti
amarige di givenchy ma è invernale
fleur d'eau di rochas
>---->dior addict(buonissimo!!!)<---<

provali magari non ti piacciono proprio!!

Mi piace

1 settembre 2004 alle 12:55

Per mia esperienza personale e per i racconti
e le chiacchiere tra amiche potrei dire che i profumumi che fanno impazzire gli uomini sono un mito della letteratura del cinema e nostro.
nella vita reale ho sempre incontrato uomini che storcevano il naso di fronte a profumi speziati, mielosi, orientali e "avvolgenti o cladi" per non parlare dei vanigliati!
Amiche che correvano a comprarsi il profumo descritto come il massimo della seduzione tornavano poi con le pive nel sacco perché il lui di turno aveva fatto commenti niente affatto lusinghierei.
Mentre il mito della scarpa col tacco o della biancherie esiste, questo del profumo meno.
Siamo noi donne a entusiasmarci.
Avevo un ragazzo soì innamorato che adorava (e odorava volentieri) qualunque schifezza mettessi ma ..
di solito, per quel che ne so io, agli uomini piace molto di più un profumo fresco.
Senza eccezzioni (a parte quella dell'innamorato -senza naso)! finora (e ne ho provati di profumi (e direi anche di uomini) cos' é stato.
ciao

1 mi piace - Mi piace

1 settembre 2004 alle 13:18

A quell'ebete del mio ex
continuava a dirmi quando lo mettevo che gli piaceva Shafali di Yves Rocher

2 mi piace - Mi piace

1 settembre 2004 alle 14:29

Fragranze fresche...
ma non abbondare.... per quel che ne so, i ragazzi amano molto il profumo naturale della pelle... fa molto più sangue di un profumo artificiale!!!

Mi piace

1 settembre 2004 alle 15:17
In risposta a laura7710

Per mia esperienza personale e per i racconti
e le chiacchiere tra amiche potrei dire che i profumumi che fanno impazzire gli uomini sono un mito della letteratura del cinema e nostro.
nella vita reale ho sempre incontrato uomini che storcevano il naso di fronte a profumi speziati, mielosi, orientali e "avvolgenti o cladi" per non parlare dei vanigliati!
Amiche che correvano a comprarsi il profumo descritto come il massimo della seduzione tornavano poi con le pive nel sacco perché il lui di turno aveva fatto commenti niente affatto lusinghierei.
Mentre il mito della scarpa col tacco o della biancherie esiste, questo del profumo meno.
Siamo noi donne a entusiasmarci.
Avevo un ragazzo soì innamorato che adorava (e odorava volentieri) qualunque schifezza mettessi ma ..
di solito, per quel che ne so io, agli uomini piace molto di più un profumo fresco.
Senza eccezzioni (a parte quella dell'innamorato -senza naso)! finora (e ne ho provati di profumi (e direi anche di uomini) cos' é stato.
ciao

D'accordo sul mito ma....
Ciao
sono d'accordo con te sulla leggenda del balsamo afrodisiaco
non lo sono pero' sugli effetti dei profumi speziati perche'dalle mie esperienze i
simil-opium al genere maschile piacciono naturalmente esistono eccezioni
innumerevoli, entra in gioco anche la memoria olfattiva il mio partner amava Image di cerruti perche' di agrumati non ne aveva annusati molti
poi pero' nel fattore seduzione conta molto l'atteggiamento, se una e' abituata a profumi freschi e per la sua serata speciale sceglie un ambrato caldo
magari si sentira' piu' sensuale..insomma provare puo' essere divertente
cmq soluzioni di compromesso tra verdi e speziati:
shalimar eau legere di Guerlain
muschio veneziano di Brambles and Moor
Organza first light di givenchy
sandalo e ylang ylang di helan

3 mi piace - Mi piace

1 settembre 2004 alle 23:49

Fidati....allure di chanel
Allure piace moltissimo agli uomini....quando lo metto mi chiedono tutti che profumo uso!
Oggi ho comprato IRIS di Erbolario, sa di bimbo e mi piace molto!

Baci
Sonix

Mi piace

2 settembre 2004 alle 15:44
In risposta a veruska75

Profumi che sono molto buoni(per me!)
coolwater di davidoff
angel di thierry mugler
light blue di d&g
musk di alyssa ashley(al muschio)
chip and chip di moschino
roma di laura biagiotti
amarige di givenchy ma è invernale
fleur d'eau di rochas
>---->dior addict(buonissimo!!!)<---<

provali magari non ti piacciono proprio!!

In assoluto
allure di chanel e' veramente IPNOTICO E SENSUALISSIMO , naturale e mai forte

L ight
BLUE DI DOLCE E GABBANA molto semplice

EAU DE cartier
TRESOR di lancome ( UN PO' FORTINO )

Mi piace

14 settembre 2004 alle 15:47

Al mio amore
piace moltissimo Flower by Kenzo...

Ma gli piace così tanto che non appena ha visto che stava per finire si è piombato in profumeria e mi ha regalato sia il latte che il profumo...

Io adoro anche DKNY... mi ricorda una mia amica che non vedo da troppo troppo tempo...


Baci
smile

Mi piace

15 settembre 2004 alle 11:07

Mhh
in ordine direi..
Allure
light blue
Amarige
roma

Mi piace

17 settembre 2004 alle 12:48

Riscontri
ne ho avuti con AROMATIC ELISIR....per solo per sedurre....per far impazzire un uomo (posto che non lo sia già)io metto niente!!!!

Mi piace

Torna al forum
Thread precedenti
Numero di risposte
Ultimo post
Agevolare la riparazione della pelle
di: aspirantecosmologa
12 risposte 12
17 settembre 2004 alle 12:27
Strawberrynet.com
di: morgana970
19 risposte 19
17 settembre 2004 alle 11:11
Ricetta hennè biondo
di: robyj77
3 risposte 3
17 settembre 2004 alle 10:56
Ragazze!!
di: polpetta21
27 risposte 27
17 settembre 2004 alle 10:56
Unghie fragili, che si spezzano
di: butterfy
9 risposte 9
17 settembre 2004 alle 10:01
Terme di rimini...
di: sunny145
1 risposte 1
17 settembre 2004 alle 9:43
È sbagliato?
di: gaietta4
2 risposte 2
17 settembre 2004 alle 9:12
Miss italia: make up
di: anouky
5 risposte 5
17 settembre 2004 alle 8:58
Idealist estee lauder
di: twitly
7 risposte 7
17 settembre 2004 alle 8:44
Per il viso lancome primordiale intense
di: twitly
4 risposte 4
17 settembre 2004 alle 8:28

Ultimi thread dell'utente

  • Ma la matita bianca per le unghie...

    16 agosto 2004 alle 13:27

  • Mi consigliate un buon autoabbronzante?

    2 agosto 2004 alle 15:51

  • Ceretta e sole

    14 luglio 2004 alle 10:48

  • Maybelline liquid diamonds

    10 luglio 2004 alle 16:29

  • Mi spiegate i diversi usi del monoi?

    26 giugno 2004 alle 14:45

  • Smalto piedi

    14 maggio 2004 alle 10:11

Thread più attivi

  • CHIEDO DISPERATAMENTE AIUTO PER IL MIO ACNE

    cr992

    23 ottobre alle 23:15

  • Acne aiuto!!

    annavolpin

    23 ottobre alle 21:23

  • Misura giro coscia

    annap1986

    23 ottobre alle 20:56

  • menopausa...

    haidisperduta1

    23 ottobre alle 20:53

  • CERCASI FONDOTINTA BIO NO TRANSFER

    denisagashi

    23 ottobre alle 20:45

  • Puzzo anche se mi lavo ogni giorno

    annaaa77

    23 ottobre alle 19:02

  • Help capelli rossi!

    blancanella17

    23 ottobre alle 18:31

  • Consigli sull'acne?

    m4rtah

    23 ottobre alle 17:58

  • Trucchi per fare durare di piu la tinta capelli?

    tramontana01

    23 ottobre alle 12:50

  • 265 cc

    mpmp23

    22 ottobre alle 20:15

Silk-épil 9 SkinSpa

Condividi

REVITALIFT LASER X3

Condividi
Tutti i colori e le sfumature dell'universo femminile. Rimani sempre aggiornata sulle ultime novità!

Valle'

Condividi

ti potrebbe interessare anche

I profumi
Redazione alfemminile
Come usare il profumo?
Redazione alfemminile
Abbronzatura spray: quello che c’è da sapere per avere un colorito perfetto tutto l'anno!
Redazione alfemminile
Le famiglie olfattive dei profumi: quali sono e come riconoscerle
Redazione alfemminile
Lo smalto semipermanente: tutto quello che devi sapere per un'applicazione fai da te
Redazione alfemminile
Torna su  


Fedi nuziali: prezzi e modelli delle marche più prestigiose

da , il

    Le fedi nuziali sanciscono il nostro amore e la nostra fedeltà eterna durante il matrimonio e diventano il simbolo di un’unione indissolubile. Le più classiche sono le francesine in oro giallo, ancora molto amate dagli sposi che, dopo il boom del platino e dell’oro bianco stanno tonando verso le forme tradizionali. Ovviamente anche il fattore moda conta molto: oggi infatti, accanto alle classiche francesine in oro giallo o oro bianco troviamo tantissimi modelli diversi, anche di design che sono amati soprattutto dalle coppie più giovani che cercano qualcosa di originale. Anche il fascino del brand conta molto: sono infatti tantissime le coppie che sognano una fede “d’autore”, firmata Cartier, Bulgari, Pomellato o Damiani. Vediamo tutte le caratteristiche di questi anelli.

    Chiaramente va sottolineato che l’alta gioielleria e il nome si pagano: la spesa per una fede anche semplice di Bulgari, sarà molto diversa rispetto ad una fede dello stesso modello presa nella vostra gioielleria di fiducia!

    • Fedi nuziali Cartier
      Un sogno per tutte le coppie: da sempre Cartier significa lusso, gioielli da favola e design esclusivo. Le proposte delle maison francese per gli sposi sono tantissime e vanno dalle classiche in oro giallo a quelle più preziose e originali: ovviamente per le indicazioni di prezzo, possiamo darvi un minimo ma non un massimo. Questi gioielli infatti possono anche essere fatti su misura e su richiesta del cliente, cosa che fa lievitare vertiginosamente il prezzo! I prezzi delle fedi Cartier vanno dai 500 euro (per ogni fede) per le classiche in oro giallo fino ai 1000 per quelle di platino e circa 1800 euro per quelle di platino con un piccolo diamante.
    • Fedi nuziali Bulgari
      I gioielli di Bulgari da sempre si distinguono per il design raffinato ma moderno. La combinazione di elementi tradizionali e moderni, fanno delle fedi Bulgari le più desiderate. Anche per le fedi Bulgari i prezzi sono abbastanza simili: circa 400 euro a fede in su.
    • Fedi nuziali Pomellato
      Le fedine più famose di casa Pomellato sono senza dubbio le Lucciole, disponibili in molte versioni anche con diamanti. Sono molto più sottili delle fedi normali e proprio per questo devono piacere: costano circa sui 300 euro quelle con un solo diamante.
    • Fedi nuziali Damiani
      Sempre amatissime le fedi nuziali Damiani: pensate che esiste anche un modello molto speciale disegnato da Brad Pitt che si chiama Unity formato da due cerchi concentrici che simboleggiano il marito e la moglie uniti per sempre. I prezzi vanno dai 600 euro per quelle in oro fino ai 1000 euro per quelle in platino, ovviamente per singola fede.
    • TEMI
      • Fedi Cartier
      • Fedi Classiche
      • Fedi Damiani
      • Fedi Nuziali
      • Fedi Originali
      • Fedi Platino
      • fedi personalizzate

    Dolcetto o scherzetto?

    Vai allo speciale
    PIU' POPOLARI
    • Abiti da cerimonia Badgley Mischka 2018: la nuova collezione
    • Abiti da sposa a sirena 2018: le tendenze e i modelli più belli
    • Matrimonio a tema farfalle: idee per allestimento e accessori
    • Abiti da sposa Max Mara 2018: la nuova collezione